153 aziende edili

PREVENTIVI EDILIZIA GRATIS

timer

Risparmia fino al 40% in 1 minuto

Gratis, no obblighi Aziende fidate

Imbianchino

Sei alla ricerca di un imbianchino per tinteggiare la tua casa? Vuoi sapere come scegliere quello adatto per ottenere un risultato perfetto? Continua a leggere l’articolo per informazioni, consigli e risparmiare sul tuo progetto

imbianchino

I prezzi di un imbianchino

Prima di entrare nei dettagli è importante avere un’idea dei costi di questo intervento edile. Nella seguente tabella trovi i prezzi indicativi di un imbianchino in base alla superficie da dipingere e il tipo di pittura.

Tipo di pitturaSuperficiePrezzi imbianchino
Idropitture 15 mᒾ180 - 370 €
Pitture a calce15 mᒾ105 - 280 €
Vernici a tempera15 mᒾ150 - 220 €
Smalti 15 mᒾ140 - 340 €

Il costo dell’imbiancatura si aggira intorno a 2 – 8 € al metro quadro. Tuttavia, bisogna tenere in considerazione altre variabili nel calcolo dei prezzi, come la preparazione della superficie o la scelta di vernici particolari. Per conoscere il costo esatto del tuo progetto rivolgiti agli esperti. Ricevi fino a 5 preventivi gratuiti e personalizzati da imbianchini della tua zona. Inserisci il tuo codice postale nella scheda e in 24 ore riceverai le offerte comodamente da casa. Confrontale e scegli quella più conveniente: risparmierai fino al 40% sulla tinteggiatura della tua casa.

Cosa incide sui costi di una tinteggiatura?

Come già detto, nel calcolare il prezzo di una tinteggiatura bisogna tenere in considerazione diversi elementi, come, ad esempio:

  • lo stato della parete;
  • la preparazione dell’imbianchino;
  • il tipo di vernice utilizzata.

Ognuna di queste variabili non solo può aumentare i prezzi ma anche le tempistiche dell’intervento dell’imbianchino. Per questo motivo è sempre meglio essere affiancati da un esperto durante tutto il processo decisionale.

Lo stato della parete

Spesso, ti trovi di fronte ad alcune situazioni come la presenza di muffa sulle pareti, muri da carteggiare o una carta da parati da rimuovere. Se pensi di poter risolvere tutto con una semplice passata di vernice, non è così. Per ognuno di questi problemi, infatti, l’imbianchino professionista dovrà effettuare dei lavori precedenti alla tinteggiatura vera e propria, come trattamenti di bonifica contro la muffa o una più semplice rasatura. Questo incide sui costi e sulle tempistiche dell’intero lavoro. In questo modo, però, avrai la certezza di ottenere un risultato ottimale e, soprattutto, duraturo nel tempo. Ogni casa ovviamente ha le sue problematiche e quindi la situazione va analizzata con attenzione, caso per caso, insieme all’esperto a cui ti rivolgi.

imbianchino

La preparazione dell’imbianchino

Per diventare imbianchino non bisogna, per legge, possedere un titolo di studi specifico.
Molti iniziano la propria carriera affiancando un professionista nei lavori quotidiani. In questo modo acquisiscono le conoscenze necessarie per effettuare i lavori base. Esistono, oggi dei corsi di imbianchino e decoratore di interni che presentano un elemento in più in base al quale scegliere l’esperto a cui affidarsi. Se lavora da solo, dovrà avere una partita IVA e sarà considerato libero professionista. Nel caso decida di essere affiancato da altre persone, avrà il titolo di impresa artigiana. Bisogna assicurarsi che l’imbianchino o l’impresa con meno di 30 lavoratori dispongano di un Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), una figura, prevista per legge, che si occupa della sicurezza dei lavoratori durante lo svolgimento delle loro mansioni. Non è però necessaria per imprese molto grandi e con alta disponibilità di personale.
Per affidare l’intervento alla persona giusta, richiedi all’imbianchino di poter visualizzare i lavori precedentemente svolti, potrai così valutare la loro attenzione ai dettagli.

Le vernici utilizzate

Esiste una grande varietà di vernici in commercio con caratteristiche diverse. É importante, quindi, scegliere quella giusta per il tuo progetto. In questo, un imbianchino esperto saprà consigliarti in base alle tue esigenze e anche al budget che hai stabilito. Le tipologie più utilizzate sono:

  • le idropitture;
  • le pitture a calce;
  • le vernici a tempera;
  • gli smalti.

Le prime sono delle pitture a base di acqua adatte a diverse tipologie di pareti, come quelle in cemento, gesso, ma anche per mattoni di diversi tipi. Le idropitture vengono vendute nella tonalità bianca a cui poi è possibile aggiungere dei pigmenti colorati. Possono essere traspiranti, ideali per ambienti umidi, oppure lavabili, con la possibilità di pulire le pareti senza alterare il colore.
Le pitture a base di calce sono naturali e adatte sia per gli esterni che per interni umidi. Al contrario delle idropitture, queste non sono lavabili e possono essere applicate solo su pareti in pietra di tufo o in cemento.
Le vernici a tempera vengono utilizzate solo per le aree interne, perché non sono molto isolanti e non resistono bene all’umidità. Sono le più economiche, ma bisogna sceglierle con attenzione in base alle caratteristiche della parete, chiedendo anche consiglio all’imbianchino.
Infine, gli smalti sono le migliori pitture in commercio per la tinteggiatura degli interni. Sono impermeabili e possono quindi essere lavate facilmente. È possibile ottenere anche effetti satinati o lucidi, a seconda delle tue preferenze, anche con una sola mano di pittura.

imbianchino

Contatta l’imbianchino e inizia subito i lavori!

Adesso che hai tutte le informazioni necessarie sulla tinteggiatura, non ti resta che richiedere le offerte degli esperti e scegliere quello più adatto al tuo progetto. Compila la nostra scheda con il tuo codice postale e riceverai fino a 5 preventivi gratuiti comodamente a casa. Confrontali e scegli l’imbianchino che ti offre il miglior rapporto qualità – prezzo. Risparmierai tempo e fino al 40% sul costo finale della tinteggiatura della tua casa!

Imbianchino
Vota questo articolo