153 aziende edili

PREVENTIVI EDILIZIA GRATIS

timer

Risparmia fino al 40% in 1 minuto

Gratis, no obblighi Aziende fidate

Mutuo ristrutturazione

Migliorare la propria casa può essere un lavoro molto costoso. Per affrontare le spese per la tua abitazione senza preoccupazioni puoi richiedere il mutuo per la ristrutturazione. Continua a leggere l’articolo per saperne di più su come scegliere quello adatto a te.

mutuo ristrutturazione

Il prezzo di una ristrutturazione

Prima di parlare del mutuo e delle sue caratteristiche, è importante avere un’idea di quanto costa la ristrutturazione. Nella seguente tabella trovi dei costi indicativi per gli interventi più comuni.

DettagliPrezzo medio
Demolizione muri non portanti15 - 25 € al mᒾ
Posa di pavimenti o rivestimenti25 - 30 € al mᒾ
Tinteggiatura10 - 15 € al mᒾ
Porta in legno e installazione80 - 150 € ad infisso
Finestra150 - 200 € al mᒾ
Nuovo impianto elettrico2500 € per 100 mᒾ
Nuovo impianto idraulico7000 € per 100 mᒾ

Ricorda che calcolare il costo esatto della ristrutturazione non è un compito facile: bisogna tenere in considerazione diverse variabili, come i materiali utilizzati e lo stato dell’immobile. Per questo motivo, richiedi l’aiuto degli esperti della tua zona. Ricevi fino a 5 preventivi gratuiti e personalizzati compilando la nostra scheda. Entro 24 ore confronterai comodamente da casa le offerte e sceglierai la ditta che ti offre il miglior rapporto qualità-prezzo. In questo modo spenderai fino al 40% in meno per il tuo progetto.

Ottenere un mutuo per la ristrutturazione

Un mutuo per ammortizzare i costi della ristrutturazione si ottiene presentandosi in banca con tutta la documentazione relativa alla casa e alla ristrutturazione, che include:

  • documenti anagrafici, reddituali e catastali;
  • permessi rilasciati dal Comune (se necessari).

Le banche possono avere procedure diverse e richiedere altri documenti. Per quanto riguarda i permessi necessari forniti dal Comune, esistono delle differenze basate sulla tipologia di intervento che effettui nella tua casa. Se si tratta di una manutenzione ordinaria, normalmente bisogna presentare in banca il preventivo redatto dall’impresa di costruzioni, con tutti i costi che verranno effettuati. In caso di manutenzione straordinaria, invece, oltre al preventivo, bisogna fornire l’autorizzazione edilizia o la denuncia di inizio attività. Infine, per ristrutturazione con grandi opere è necessario aggiungere ai documenti già menzionati la concessione edile e la ricevuta del pagamento del contributo comunale.

mutuo ristrutturazione

Classificare la propria ristrutturazione

Per richiedere il mutuo è importante identificare e classificare la tua ristrutturazione dal momento che, come evidenziato sopra, cambia la documentazione da presentare in banca. Ci sono tre tipologie di interventi:

  • manutenzione ordinaria;
  • manutenzione straordinaria;
  • grandi opere.

La prima categoria include interventi minori su parti limitate dell’abitazione oppure la sua messa in sicurezza. Non si interviene quindi sulla volumetria dell’edificio e per questo motivo non c’è bisogno di nessuna autorizzazione del Comune. Un’altra tipologia è la manutenzione straordinaria: include interventi come il consolidamento o la sostituzione di alcune parti della struttura, la creazione di aree esterne, come giardini o cortili, e l’allargamento verticale dell’edificio. Per realizzare questi lavori bisogna richiedere, muniti di progetto edilizio, la denuncia di inizio attività. Infine, le ristrutturazioni con grandi opere riguardano lavori più invasivi, che modificano sostanzialmente l’aspetto della casa, come ampliamenti, installazione di prefabbricati o realizzazione di parcheggi.

Caratteristiche di un mutuo ristrutturazione

Il mutuo per la tua ristrutturazione si differenzia a seconda delle tue esigenze. Prima di tutto, puoi decidere se richiedere un tasso fisso o variabile. A seconda della percentuale, il tasso fisso può essere conveniente: eviterai così degli innalzamenti di prezzo eccessivi e improvvisi. Tuttavia, se supera il 3 – 4% bisogna tenere in considerazione il tasso variabile perché, in situazioni normali, ci sono buone probabilità che resti al di sotto di questa percentuale.
La durata del mutuo dipende principalmente dall’entità della ristrutturazione e dalla tua situazione economica. Le banche, di norma, offrono mutui che vanno dai 5 ai 30 anni. Inoltre, puoi includere un’assicurazione che ti protegga nel caso in cui l’immobile subisca danni, per esempio quelli dovuti ad incendi. Ovviamente, le variabili in gioco sono molte ed è importante essere affiancati da un professionista.

mutuo ristrutturazione

Inizia la ristrutturazione della tua casa

Adesso che hai tutte le informazioni necessarie sui mutui, non ti resta altro da fare che richiedere informazioni sul costo della tua ristrutturazione. Compila la scheda con il tuo codice postale e riceverai fino a 5 preventivi gratuiti e personalizzati da imprese vicino a te. Confrontali da casa e scegli l’offerta migliore. Risparmierai fino al 40% sul tuo progetto: inoltre, con un mutuo ristrutturazione affronterai i costi serenamente e realizzerai la casa dei tuoi sogni.

Mutuo ristrutturazione
Vota questo articolo