153 aziende edili

PREVENTIVI EDILIZIA GRATIS

timer

Risparmia fino al 40% in 1 minuto

Gratis, no obblighi Aziende fidate

Incentivi ristrutturazione

Vuoi maggiori informazioni sugli incentivi per la ristrutturazione della tua casa? Grazie alle agevolazioni fiscali disponibili, migliorare la tua abitazione è sempre più conveniente. Continua a leggere per saperne di più.

incentivi ristrutturazione

Quanto costa la ristrutturazione della casa?

Il prezzo dei lavori di ristrutturazione sono spesso molto alti ma con le agevolazioni fiscali puoi risparmiare. Nella tabella troverai delle cifre indicative e il costo finale dei tuoi lavori edili se usufruisci degli incentivi statali.

RistrutturazionePrezzo al mᒾIncentivi Prezzo finale al mᒾ
Esterni350 - 450 € 50%175 - 225 €
Interni 150 - 300 € 36% - 50%75 - 150 €
Misure antisismiche100 - 300 € Fino all’85 %15 - 45 €

Come puoi osservare, gli incentivi variano a seconda del tipo di intervento che andrai a fare. Ogni anno, inoltre, le percentuali possono subire delle variazioni. Quelli riportati nella tabella sono i dati relativi al 2017, le cui specifiche verranno spiegate nei paragrafi seguenti. Se vuoi iniziare una ristrutturazione e usufruire delle agevolazioni fiscali, rivolgiti a delle imprese serie e inizia i lavori. Compila la scheda e ricevi fino a 5 preventivi gratuiti e personalizzati dalle ditte della tua zona. Confrontali comodamente da casa e scegli l’offerta migliore per te. Ricorda che il prezzo preventivato diminuirà grazie agli incentivi per la ristrutturazione della casa.

In cosa consistono gli incentivi?

Gli incentivi statali sugli interventi edili consistono nella detrazione dall’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) di una percentuale che varia a seconda del lavoro di ristrutturazione che effettui nella tua casa. La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di importo pari e ha una spesa limite che varia da caso a caso. È importante che ogni pagamento riguardante la ristrutturazione sia effettuato tramite bonifico bancario, in modo tale da essere facilmente tracciabile.

incentivi ristrutturazione

Chi ha diritto agli incentivi?

L’agevolazioni fiscali per ristrutturazione spettano a chi è proprietario dell’immobile e sostiene i costi relativi. Tuttavia, anche chi usufruisce dell’abitazione o i locatari possono accedere agli incentivi, sempre che partecipino alle spese di ristrutturazione. Questo significa che anche gli occupanti di un condominio possono avere accesso alle detrazioni delle spese per la ristrutturazione delle parti comuni. È necessario, in questo caso, che l’amministratore specifichi i dati dei condomini nella presentazione della domanda per le agevolazioni fiscali.
Hai la possibilità di ottenere delle detrazioni anche se sei il futuro acquirente di una casa e sostieni le spese di ristrutturazione. Il tutto deve essere però specificato nel contratto di vendita dell’immobile.

Le soglie massime per gli incentivi

Se procedi alla ristrutturazione della tua casa o appartamento, potrai accedere a degli incentivi del:

  • 50% per spese sostenute fino al 31 dicembre 2017;
  • 36% per spese sostenute dal 1 gennaio 2018.

L’agevolazione fiscale del 50% può essere richiesta solo per una spesa massima di ristrutturazione di 96.000 euro sostenuta in un anno ad unità immobiliare. Al contrario, da gennaio 2018, puoi ottenere una detrazione del 36% per una spesa massima inferiore, pari a 48.000 euro. Se gli interventi di ristrutturazione continuano nell’anno successivo, il limite verrà calcolato tenendo conto delle spese sostenute negli anni precedenti, e si avrà diritto all’agevolazione fiscale solamente se il costo complessivo non supera la soglia prevista dalla normativa.

incentivi ristrutturazione

I lavori di ristrutturazione coperti dagli incentivi

Per usufruire degli incentivi, la ristrutturazione dovrà riguardare:

  • parti comuni dei condomini;
  • singole unità immobiliari.

All’interno di entrambe le unità, è possibile detrarre le spese per la manutenzione ordinaria riguardante le aree comuni, per la manutenzione straordinaria, per interventi di restauro o per risanamento e ristrutturazione. Sono inclusi gli interventi necessari in seguito a calamità (terremoti o alluvioni) o misure di sicurezza per prevenire furti o aggressioni. Tuttavia, la normativa cambia di anno in anno: è bene, dunque, consultare sempre il portare dell’Agenzia delle Entrate per essere aggiornati e valutare se la ristrutturazione è inclusa negli incentivi.

Incentivi per l’adozione di misure antisismiche

Il nostro Paese è, purtroppo, frequentemente interessato dai terremoti. Per promuovere una maggiore prevenzione e rendere le case più sicure, all’interno della normativa per le detrazioni fiscali sulla ristrutturazione, sono inclusi gli interventi per l’adozione delle misure antisismiche. In questi casi le percentuali cambiano: si può ottenere una detrazione fino al 65% sempre per una spesa massima di 96.000 euro.
Questa percentuale cambia se riguarda le classi sismiche dell’abitazione, che vanno da G (maggior rischio) ad A++ (minor rischio). Se con la ristrutturazione si passa a una classe di rischio inferiore la percentuale sale al 70%. Se si scende di due classi, invece, spetta una detrazione del 80%. Questo vale sia per i condomini che per le abitazioni private.

incentivi ristrutturazione

Contatta le imprese e ristruttura la tua casa

Adesso che hai tutte le informazioni necessarie sulle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione delle abitazioni, non ti resta che contattare le imprese. Compila la scheda con il tuo CAP per ricevere fino a 5 preventivi gratuiti in 24 ore da aziende locali. Confrontali da casa e scegli quello più conveniente, tenendo in considerazione gli incentivi dei quali potrai usufruire. In questo modo potrai risparmiare sulla ristrutturazione della tua casa.

Incentivi ristrutturazione
Vota questo articolo